Crea sito
Il saluto degli organizzatori
Martedì 23 Aprile 2013 13:45

Con grande entusiasmo presentiamo l’edizione 2017 del Festival Shelley dedicato al poeta romantico inglese Percy Bysshe Shelley, alla moglie Mary Wollestonecraft e, in generale, a tutta la poesia romantica.

Questa ottava edizione rafforza il legame (grazie alla sensibilità culturale della amministrazione guidata dal sindaco Betti) con Bagni di Lucca e, nel contempo, sancisce il livello internazionale della manifestazione con appuntamenti a Roma, Milano e Viareggio e una partnership con lo Shelley Frankenstein Festival di Bournemouth in Inghilterra.

L’edizione 2017 sarà ricca di avvenimenti di altissimo livello culturale grazie anche ai tanti giovani che condurranno conferenze sul poeta inglese e sulle vicende che lo legano alla nostra terra. Giovani a cui abbiamo dato la possibilità di esprimere il loro potenziale intellettuale e culturale facendoli avvicinare a questo mito della poesia universale. Nel fitto calendario che prevede due momenti, un’anteprima e il vero e proprio festival, sono inserite anche la  mostra di Michelangelo Cupisti un grande nome della pittura internazionale, il quarto concorso di poesia “Cuor dei Cuori” quest’anno rivoluzionato nella forma e reso più spettacolare, e un evento teatrale “La tempesta è oltre” che si terrà a Roma curato dall’attrice e regista Rebecca Palagi che ha sceneggiato, mirabilmente, anche questo monologo basato sull’Adonais di Shelley.

Sono previsti tanti momenti dedicati alla poesia  shelleyana  che coinvolgeranno i poeti di Bagni di Lucca e due importantissime pubblicazioni editoriali: la traduzione a cura della Dott.ssa Manuela Mazza di Rosalind e Helen, e un saggio documentario a cura di Luca Guidi sul monumento a Shelley di Viareggio.

 

Il Festival Shelley è un evento completamente autoprodotto e non gode di contributi pubblici o di fondazioni bancarie ed è completamente gratuito per il pubblico.

È frutto di un lavoro appassionato, incessante degli organizzatori che impiegano risorse proprie per finanziare questo festival e di pochi valorosi sponsor.

Nel corso degli anni questa manifestazione ha ottenuto ottimi livelli di partecipazione e rappresenta anche una grande attrattiva turistica per i tanti turisti anglofoni che ogni anno ricercano le tracce della famiglia Shelley in Italia. Nel corso dell'edizione 2014 abbiamo avuto, infatti, la visita del sindaco di Bournemouth il quale ha intessuto rapporti istituzionali con gli enti del turismo toscani proprio per attivare collegamenti tra il Sussex e la Toscana.

 

A livello istituzionale il Festival Shelley ha ricevuto importanti riconoscimenti quali, ad esempio, due Medaglie di Rappresentanza del Presidente della Repubblica e il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

 

 

 

 

 

Luca PB Guidi

Rebecca Palagi Guidi

Gruppo Editoriale Cinquemarzo

Ideatori e organizzatori del Festival Shelley

Share
Ultimo aggiornamento Giovedì 27 Aprile 2017 10:33