Crea sito
Concluso "Viareggio, la città del cuore di Shelley" Stampa
Scritto da Administrator   
Lunedì 29 Agosto 2011 10:12

Si è concluso martedì 16 agosto “Viareggio, la città del cuore di Shelley” il festival dedicato al poeta inglese organizzato dal Gruppo Editoriale Cinquemarzo in collaborazione con il Centro culturale Mediolanense Studium di Milano. Durante il periodo Shelleyano, ossia dall'8 Luglio al 16 Agosto, sono stati approfonditi i legami del poeta inglese con la nostra città attreverso tre appuntamenti guidati da eccellenze del mondo della cultura, della letteratura e della medicina. In tema di cuore anche la quarta conferenza incentrata sull'importanza civica della rianimazione cardio-polmonare tenutasi nell'auditorium dell' Ospedale Versilia a cura dell UOS 118 Versilia soccorso. E poiché il cuore è l'organo deputato alla circolazione sanguigna, non sono mancati gli “spot” sull'importanza della donazione del sangue a cura del Raggruppamento Fratres di Viareggio.

“È stato un periodo particolarmente intenso - spiega Luca Guidi, direttore del Gruppo Cinquemarzo e ideatore e organizzatore del festival Shelleyano- dove siamo riusciti a inannellare una serie di conferenze tenute da eccellenze del mondo della cultura della letteratura e della medicina, proprio per ridare a Viareggio il posto che merita nella storia e nella vita di Shelley. Qui su questa terra è avvenuto il miracolo del cuore incombusto e, in senso più universale, da questa città è nato il mito della sua poesia che ha illuminato e acceso animi e cuori. A questo progetto che ho fortemente voluto si è unita la forza, la saggezza e la passione della Prof.ssa Giuseppina Malfatti Angelantoni che è stata assieme al sottoscritto anima nobile e instancabile per la realizzazione del festival. Approfitto dello spazio per fare alcuni sentiti ringraziamenti a tutti coloro che hanno dato vita a “Viareggio, la città del Cuore di Shelley” con passione e amore, tutte anime mosse dallo stesso scopo ovvero dichiarare Viareggio città depositaria del mito. Con particolare affetto vorrei ringraziare il prof. Mario Curreli dell' Università di Pisa, il prof. Giulio Cesare Maggi dell'Università di Pavia e di Milano, Paola Vecchiotti, Claudia Marcucci, Teresa Mangini attrici della Compagnia Teatrale Cinquemarzo, Eleonora Angelantoni, l'Ing. Cesare Angelantoni, il Dott. Andrea Nicolini dell'UOS 118 Versilia Soccorso, il Dott. Dimitri Pezzini del Raggruppamento Fratres Viareggio, l' Associazione Terra di Viareggio e la Parrocchia di S. Antonio, il Keats-Shelley memorial di Roma, la città di Bournemouth, il Consolato Britannico di Firenze, l'Ausl 12 di Viareggio. Un grazie di cuore all'altra colonna di Cinquemarzo, Rebecca Palagi, per la sua professionalità, passione e sopratutto, pazienza.

Un rammarico per la reiterata assenza del sindaco Luca Lunardini e l'assessore alla Culura Ciro Costagliola nonostante i ripetuti inviti.